La disperazione

La disperazione non va soffocata e nemmeno repressa, dato che qualunque cosa si faccia, lei resta sempre lì, padrona indiscussa del controllo.  È un male in cui chiunque prima o poi finisce per inciampare e caderci dentro. Troppo facile precipitare in questo vortice, troppo difficile uscirne. La disperazione va urlata in un boato in grado di liberare la mente e riportare la serena consapevolezza che senza lucidità, ci si può solo far trasportare dalla corrente.

La disperazione nasce dalla non accettazione di una determinata condizione. Le risorse interiori per affrontare quella condizione, apparentemente sembrano non esserci, lasciando quindi nello sconforto, il quale altro non è che l’unica reazione alla disperazione. Un malessere che spegne sentimenti e razionalità, a beneficio dell’inquietudine e dell’impotenza a reagire.

Conduce quindi alla morte, non intesa come fine della vita ma del vivere. Si perde la necessità di sentirsi vivi, rimanendo così tra le braccia di un’esistenza che dimora nel panico della mente. Senza detta necessità, si perde la possibilità di ritrovare se stesso. Sparisce la speranza e cresce l’angoscia.

Non c’è via d’uscita che non abbia una chiave

La disperazione non dà benefici ne tantomeno è portatrice buoni consigli. Si annega nella confusione e si ricava tormento.  Eppure non nasce dal niente: è figlia delle nostre debolezze e diventa padrona sia degli istinti che della lucidità. Porta solo a passi falsi. Sembra invincibile e invece non lo è; anzi, è un’invenzione che va via appena si realizza che non è vera.

Quando si inizia ad accettare e a tollerare che il male esiste quanto il bene, che i fallimenti esistono quanto i successi e che il dolore esiste quanto la gioia, forse quella condizione sarà combattuta, respingendo la disperazione con la ragione e la forza d’animo. Non c’è via d’uscita che non abbia una chiave, seppure si trovi nell’accettazione delle cose, non nella rassegnazione. Niccolò Machiavelli scrisse: “Non è mai alcuna cosa sì disperata che non vi sia qualche via da potere sperare.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: